Caterina Percoto

Caterina Percoto (Manzano, 12 febbraio 1812 – Udine, 15 agosto 1887) è stata una scrittrice e poetessa italiana.

Nacque a Firenze dallo scozzese Guglielmo Cattermole, che in terze nozze aveva sposato a Firenze Elisa Sandusch, eccellente pianista. Alterò la sua data di nascita, spostandola al 1858, per vanità.
Una descrizione dell'infanzia di Eva è proposta da lei stessa nella novella La Rosona che fa parte di Storie d'amore e di dolore. Eva fu molto precoce nell'apprendimento della musica e delle lingue straniere: imparò fin da giovanissima l'inglese, il francese, lo spagnolo e l'italiano. Andava a lezione di italiano da Marianna Giarré, che era sua volta una poetessa amica di Pietro Giannone, Aleardo Aleardi, Niccolò Tommaseo, Francesco Dall'Ongaro, Giovanni Prati, Giosuè Carducci.



Le opere:

    Poesia
  • Canti e ghirlande, Cellini, Firenze, 1867
  • Versi, Sommaruga, Roma, 1883
  • E ancora versi, Sersale, Firenze, 1886
  • Nuovi versi, Edizione postuma, Milano, Galli, 1897

    Prosa
  • Storie d'amore e di dolore, (raccolta di novelle)
  • Così è, (raccolta di novelle)
  • L'innamorata, (romanzo)
  • Novelle di Natale
  • Una famiglia di topi, (per bambini)
  • Il romanzo della bambola, (per bambini)

    Edizioni
  • Poesie, a cura di M. Amendolara, Edizioni dell'Oleandro, Roma, 1998
  • Novelle toscane, a cura di C. Caporossi, Il Poligrafo, Padova, 2008
  • Contessa Lara, Lettere ad Angelo De Gubernatis, a cura di C. Caporossi, Otto-Novecento, Milano, 2010