Teresa

Neera (Leggi la biografia)

Edizioni: 'il Poligrafo'

Tra il 1886 e il 1889 Neera scrisse la Trilogia della donna giovane composta da tre romanzi: Teresa, Lydia e L’indomani, pubblicati rispettivamente nel 1886, 1887, e 1889, in cui affronta le condizioni della donna alla fine dell'ottocento.
I romanzi hanno come protagoniste tre donne che soffrono e sopportano la vita quotidiana in diversi modi. Teresa, Lydia e Marta per quanto diverse, hanno un unico scopo, il matrimonio.
Teresa è pronta a raggiungerlo, ha trovato l’uomo che ama e ne è riamata, tuttavia, il padre di lei impedisce con successo tale unione. Neera analizza il prototipo femminile della donna rimasta nubile che subisce.

L’intenzione di Neera è quella di definire la donna cercando di analizzarne dall’interno ed implicitamente il profilo.
L’autrice vuole far capire che la definizione intrinseca della donna ha bisogno di tre requisiti: il capovolgimento da parte della donna di una serie di definizioni, una serie di ruoli assegnatele dall’esterno; la definizione positiva di sé che sorge dalla personale ricerca della propria identità; la definizione del rapporto con l’uomo.

Teresa riesce a maturare e ad evolversi, capisce se stessa; e quando avviene questa comprensione trova la forza necessaria per capovolgere la definizione in cui il suo mondo l’ha rinchiusa. Il suo riscatto avviene grazie alla negazione del ruolo che le è stato assegnato.


  • Curatore: A. Arslan
  • Editore: Il Poligrafo
  • Collana: Graphie
  • Formato: Brossura
  • Anno: 2009
  • Pagine: 240
  • ISBN: 8871156544

Le recensioni:

Neera (Anna Zuccari) è una delle prime scrittrici a concentrarsi sulla condizione femminile. Mentre riconosce il ruolo socialmente subordinato della donna in una società che assegna agli uomini un ruolo prioritario, come era l’Italia a quel tempo, contemporaneamente rivendica le ragioni di cuore e della sensibilità femminile.
La realtà provinciale italiana fra l’Otto e il Novecento, con la sua oggettiva arretratezza anche nella cultura e nei costumi, non costituì per la scrittrice Neera (Anna Zuccari, nata nel 1846 e morta nel 1918) un limite, ma, anzi, un costante motivo d’ispirazione artistica....


Continua a leggere la recensione su
Geniodonna